20 gennaio 2015

Fort Romeau - Insides

Il panorama della musica elettronica internazionale ha assistito negli ultimi anni a un ritorno sulla scena di sonorità provenienti dalla vecchia scuola house americana e non degli anni 90, sonorità arricchite però dal bagaglio di oscurità e profondità maturato dal mondo dei tempi moderni. Uno dei produttori più attivi e le cui produzioni rispecchiano il filone espresso poche righe innanzi è sicuramente il londinese Mike Greene (in arte Fort Romeau) che torna con un nuovo lp (il secondo lavoro sulla lunga distanza dopo Kingdoms) che s'intitolerà Insides e vedrà la luce il prossimo 31 marzo per Ghostly International. Il nuovo disco (lo racconta lo stesso Greene) è stato influenzato in maggior misura dalla sua attività di Dj nei club di tutto il mondo e la prima traccia che l'artista ha divulgato conferma a pieno queste parole. Insides è un concentrato di suoni profondi, eterei in definitiva puri. Sotto di questi si instaura una lieve patina di drum machine tipicamente riconducibili a quel nuovo sound house di cui si parla all'inizio dell'articolo e che rende la canzone allo stesso tempo catchy e rilassante.

Qui sotto lo streaming del pezzo.

19 gennaio 2015

Tülpa - Pretty Things

Un po' di tempo fa vi parlammo di Ivan Zhyzhkevych e del suo progetto Tülpa. Il giovanissimo di Pittsburgh nel frattempo ne ha fatto di strada e di produzioni e proprio in questi giorni ha dato il suo saluto all'anno nuovo con una canzone postata su soundcloud. "Pretty Things" inaugura con stile e fragranza il 2015 e non può non essere apprezzato per il connubio tra dolci note di piano, batterie downtempo e atmosfere chillout sapientemente orchestrate dall'artista statunitense. Una produzione che denota una maturità non comune per un ragazzo di sedici anni e che ci fa stare sicuri che questo "giovincello" farà tanta strada tra i grandi della musica nei prossimi anni.
Qua sotto lo streaming del pezzo che è scaricabile gratuitamente.


17 gennaio 2015

Far Out Radio Systems - Far Out Radio Systems Vol. 1






























Dio vede e provvede.
Infatti ecco a voi un disco speciale, made by Kiani & His Legion, ovvero Thomas Neyens, alias Far Out Radio Systems: vinyl only, uscito a settembre 2014, ma sempre attuale, vista anche la lentezza e i canoni di aggiornamento italiani alla musica elettronica mondiale.
Prodotto e distribuito da Tanzbar Records, etichetta belga alla prima uscita, questo EP si ripropone di aggiungere alle sonorità tipiche della techno moderna (hi-hats, cassa potente e ritmi ossessivi scanditi dai claps), anche synths provenienti da un'epoca ormai passata e distante nel tempo, quella della trance anni 90', con la magia che la contraddistingue e che ci fa sognare.
Il risultato è un trip di proporzioni uniche, un viaggio che parte con il lato A e la durezza di "Darwin", e trova nel lato B, "Empty The Tanks", la sua degna ed epica conclusione.


Qua potete trovare l'EP Far Out Radio Systems vol.1 su Discogs:
http://www.discogs.com/Far-Out-Radio-Systems-Far-Out-Radio-Systems-Vol-01/release/6048167




E qua ecco il link di Soundcloud:

16 gennaio 2015

Almost Ready To Fly - Live That Fantasy Ep (MOVE#001)

Le belle realtà vicine a casa propria non si scoprono tutti i giorni e rendono la soddisfazione che si prova nel parlarne e renderle visibili incommensurabile. Per ciò oggi parliamo di questo interessantissimo Ep prodotto da Almost Ready To Fly produttore toscano conosciuto all'anagrafe di Pisa come Dario Filidei che ama mischiare sonorità techno a dubstep ed elettronica sui generis. Confezionato e impacchettato negli studi pisani del PUM (Pisa Underground Movement) dalla neonata label Move Prodmasterizzato da Nicola Corsini, Live That Fantasy è composto da due pezzi che arrivano subito al dunque, si insinuano immediatamente nell'orecchio e nel piede dell'ascoltatore a colpi di kick e sapori tribali. Tutto questo ben di Dio è scaricabile gratuitamente o previa offerta presso la pagina Bandcamp dell'artista e noi ve lo proponiamo in streaming qua sotto.


08 gennaio 2015

I MIGLIORI ALBUM DEL 2014 - TŒP TEN DEI REDATTORI



      ≥    I TŒP DI JACOPO BONI


1   • Flying Lotus - You're Dead                                                        ~Link~
2   • Chet Faker - Built On Glass                                                      ~Link~
3   • Caribou - Our Love                                                                  ~Link~
4   • Max Graef - Rivers of Red Planet                                             ~Link~
5   • Recondite - Iffy                                                                      ~Link~
6    Kettenkarussell - Kettenkarussell                                           ~Link~
7   • HTRK - Psychic 9-5 Club                                                         ~Link~
8   • D'Angelo & The Vanguard - Black Messiah                               ~Link~
9   • Thom Yorke - Tomorrow's Modern Boxes                                ~Link~
10 • Les Sins - Micheal                                                                 ~Link~ 


     ≥     I TŒP DI FREDERIC MENGOZZI

1   • Frank & Tony - You Go Girl                                                   ~Link~                  
2   • Kassem Mosse - Workshop 19                                                ~Link~
3   • Joey Anderson - After Forever                                              ~Link~
4   • Efdemin - Decay                                                                   ~Link~
5   • Answer Code Request - Code                                                 ~Link~
6   • Leon Vynehall - Music for Uninvited                                      ~Link~
7   • Christian Loffler - Young Alaska                                           ~Link~
8   • Max Graef - Rivers of red Planet                                           ~Link~
9   • STL - At Disconnected Moments                                            ~Link~
10 • Gesloten Cirkel - Submit X                                                    ~Link~

  ≥      I TŒP DI FILIPPO CONSANI 

1   • Flying Lotus - You're Dead                                                     ~Link~
2   • SBTRKT - Wonder Where We Land                                          ~Link~
3   • Thom Yorke - Tomorrow's Modern Boxes                                ~Link~          
4   • Germany Germany - Reconnect                                             ~Link~
5   • RAC - Strangers                                                                    ~Link~
6   • SOHN - Tremors                                                                   ~Link~  
7   • Chet Faker - Built On Glass                                                  ~Link~
8   • ZHU - The Nightday                                                             ~Link~
9   • Odesza - In Return                                                               ~Link~
10 • BANKS - Goddess                                                                 ~Link~

≥    I TŒP DI ANDREA AGRESTI 

1   • Flying Lotus - You're Dead                                                   ~Link~
2   • Clap! Clap! - Tayi Bebba                                                     ~Link~
3   • Aphex Twin - Syro                                                              ~Link~
4   • Caribou - Our Love                                                             ~Link~
5   • Recondite - Iffy                                                                  ~Link~
6   • Barnt - Magazine 13                                                           ~Link~
7   • Max Graef - Rivers Of The Red Planet                                 ~Link~
8   • Lone - Reality Testing                                                        ~Link~
9   • Chet Faker - Built On Glass                                                ~Link~
10 • Moodymann - Moodymann                                                  ~Link~

≥   I TŒP DI MOSE' 

1   • Caribou - Our Love                                                           ~Link~ 
2   • Recondite - Iffy                                                               ~Link~
3   • Chet Faker - Built On Glass                                              ~Link~
4   • Leon Vynehall - Music for Uninvited                                ~Link~  
5   • Max Graef - Rivers of the Red Planet                               ~Link~
6   • Flying Lotus - You're Dead                                               ~Link~
7   • SBTRKT - Wonder Where We Land                                   ~Link~
8   • Simian Mobile Disco - Whorl                                           ~Link~
9   • Jamie T - Carry On The Grudge                                      ~Link~
10 • Todd Terje - It's Album Time                                          ~Link~

≥  I TŒP DI ROBERT MARGELLI

1   • Flying Lotus - You're Dead                                              ~Link~
2   • Todd Terje - It's Album Time                                          ~Link~
3   • The War On Drugs - Lost In The Dream                           ~Link~
4   • Max Graef - Rivers of the Red Planet                            ~Link~
5   • Mac De Marco - Salad Days                                            ~Link~
6   • Clap! Clap! - Tayi Bebba                                               ~Link~
7   • Future Islands - Singles                                                 ~Link~
8   • Tycho - Awake                                                              ~Link~
9   • ZHU - The Nightday                                                     ~Link~
10 • Apes On Tapes - Pitagora's bitch EP                              ~Link~

31 dicembre 2014

I 10 MIGLIORI ALBUM DEL 2014 - TŒP TEN


10 KASSEM MOSSE - WORKSHOP 19


Quando techno, house si mischiano e ne viene fuori quello che probabilmente è una delle migliori "club-experience" dell'anno. Le canzoni sono tutte senza titolo, quello che il producer tedesco vuol far passare è semplicemente la sua musica. Ci riesce, eccome se ci riesce.



9 FRANK & TONY - YOU GO GIRL


Dall'unione di due veterani della scena house newyorchese viene fuori uno degli album più interessanti e ben riusciti di questo 2014. Francis Harris e Anthony Collins ci guidano nella loro suggestiva deep house per un ascolto adatto sia alla pista da ballo che al salotto di casa vostra. 




8 THOM YORKE - TOMORROW'S MODERN BOXES


Ogni cosa che questo uomo fa risulta tremendamente interessante. Tomorrow's modern boxes non è un lavoro che colpisce immediatamente e non può essere ascoltato distrattamente. Sale ad ogni ascolto e vi farà perdere nei suoi intrecci di piano e nelle sue drum machine criptografiche.



7 LEON VYNEHALL - MUSIC FOR UNINVITED


Nella scena house inglese questo ragazzo con il suo maxi ep Music for uninvited ha portato una boccata di aria freschissima. Allontanandosi dal main stream in cui questo genere si stava ingolfando Leon Vynehall dimostra a tutti che con la giusta dose di coraggio si può continuare a produrre qualità. E che qualità. Album house dell'anno.



6 SBTRKT - WONDER WHERE WE LAND


Torna il producer mascherato inglese e lo fa in grande stile. Collaborazioni importanti (Ezra Koenig, Sampha, Jessie Ware ecc) e pezzi studiati in ogni singolo particolare rendono il lavoro di SBTRKT ancora una volta singolare nella miriade di generi esplorati dalle 15 tracce dell'album. Stimolante anche dopo parecchi ascolti.




5 MAX GRAEF - RIVERS OF THE RED PLANET


Quando qualcuno riesce a inserire nella sua musica techno, house, hip hop e chi più ne ha più ne metta l'unico comportamento che possiamo adottare è quello di una rispettosa adorazione. Max Graef nel suo Rivers of the red planet è riuscito a fare tutto questo. Chapeau!



4 CHET FAKER - BUILT ON GLASS


"Chet Faker è quel hipster che ha riportato di moda la barba lunga". Fortunatamente dietro alla barba del ragazzo australiano si nasconde una voce che incanta al primo ascolto e un album dove vengano mischiate sapientemente r&b, soul ed elettronica. Non stona neanche un singolo pezzo per un disco destinato a diventare un piccolo classico del genere.



3 CARIBOU - OUR LOVE


Il livello di abilità compositiva di Dan Snaith non lo scopriamo di certo quest'anno. Quello che stupisce di questo Our Love è l'apparente semplicità con cui ci vengano mostrati ed eseguiti passaggi in realtà di una difficoltà molto più complessa. Ah e poi le canzoni! Sognanti, eclettiche in una parola: riuscite. Non ci resta che ringraziare il musicista canadese per l'ennesimo lavoro di pregevole fattura.



2 RECONDITE - IFFY


Al secondo disco in due anni il producer berlinese dimostra ancora una volta (semmai ce ne sia mai stato bisogno) che la techno è roba dei tedeschi. Iffy ti si appiccica in testa e inizia a trivellarla con i suoi bassi altisonanti e i suoi kick potentissimi. In più a questo giro Recondite trova anche il singolo perfetto (Levo). Quello che resta di questo album? il vostro piede che non smetterà di muoversi neanche per un secondo durante l'intera durata del disco. 



1 FLYING LOTUS - YOU'RE DEAD


Quando sei pronipote di Alice Coltrane è molto probabile che tu la musica ce l'abbia nel sangue. Steven Ellison (aka Flying Lotus) la musica ce l'ha nel sangue e quest'anno ha dato alla luce l'ennesimo scintillante lavoro della sua ormai ultra decennale carriera musicale. You're Dead è un viaggio unico (dalla prima alla ultima canzone) che affronta la morte e lo fa a battiti di jazz, hip hop, elettronica, downtempo, r&b. Potremmo sembrare ripetitivi ma l'unica parola che ci viene mente ascoltando questo disco è questa: CAPOLAVORO



01 dicembre 2014

Continuum: Jamie XX, Four Tet, Koreless, John Talabot

"While the silent video plays, what i want everyone to do is go into their own space in their own head, and imagine the piece of music they would put with it".

Sofia Mattioli ha realizzato un breve progetto visivo intitolandolo "Continuum". Caratteristica di questo lavoro è la totale assenza del sonoro per i due minuti e ventinove secondi della durata del video e il metodo con cui è stato girato (con un Iphone).

Successivamente ha chiesto a Jamie XXFour TetKoreless e John Talabot di comporre un pezzo ciascuno di due minuti da usare come colonna sonora per il corto.

Il risultato è eccellente e lo potete ascoltare e scaricare gratuitamente qua sotto , mentre il video lo trovate qua.